Skip to content Skip to sidebar Skip to footer
Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Hyppofestival: cavalli e musica un solo amore

Giugno 28, 2006

Music Place | strumenti-musicali
Musicplace: Come nasce l'associazione e l'idea del festival?

Risposta: L'Associazione è nata dalla volontà dei soci fondatori d'incoraggiare lo slancio propositivo di uno di loro, Domenico Bottiglieri (Vice Presidente), spinto da un'autentica passione per i cavalli ed il loro habitat naturale, affascinato dagli innumerevoli ruoli assunti dall'animale nella storia dell'umanità.
Difatti l'Associazione, a cui si è voluto dar vita con il chiaro intento di avvalersene per organizzare attività di utilità sociale e senza interessi economici personali in merito, vuole perseguire il fine di contribuire alla diffusione della cultura e delle caratteristiche peculiari del cavallo, dando impulso alla pratica di sport equestri dilettantistici, sensibilizzando al tema del rispetto e della tutela del benessere psicofisico di un animale, che, come altri, viene anche adottato in terapie per disabili.

l'idea dell'Hyppofestival, rispecchia, pressoché in tutto, quanto auspicato in relazione a due obiettivi fondamentali: da un lato, di contribuire ad incoraggiare le famiglie a far intraprendere ai loro figli sport equestri, dall'altro quello di divulgare e promuovere l' ippoterapia, dando risalto al cavallo quale supporto sostanziale in terapie riabilitative complesse e rendendo protagonisti in un giorno di festa coloro che la praticano, accogliendo festosamente i Bambini e il loro Amico "" Cavallo.


Musicplace: Dunque avrete bisogno di investimenti consistenti; come reperirli?

Risposta: In questa prima edizione, abbiamo fatto tutto da soli, senza sovvenzioni o patrocinio da parte di enti o sponsorizzazioni importanti. Anzi rigraziamo, chi, come voi, sta appoggiando l'evento a titolo gratuito. Ma per la realizzazione degli obiettivi dell'associazione, ci proponiamo di organizzare ancora manifestazioni, mostre, seminari formativi, fiere ed altri momenti di aggregazione, che traducano in realtà progetti socio - culturali, volti alla promozione di tutte le attività che coinvolgono il mondo equestre, contestualizzando i vari eventi nella storia e tradizione della Piana del Sele e dei Monti Piacentini. Quindi ci auspichiamo in futuro di coinvolgere enti e sponsor importanti che ci aiutino a far di più e meglio.


HYPPOFESTIVAL - Particolari del programma

SABATO 15 LUGLIO


ORE 20.30 SPETTACOLO DI "CABARET EQUESTRE", con il bravissimo addestratore GIAMPIERO LANCELLOTTI, l' elegante CAVALIERE GENNARO BACCO, le scuole di Danza NEW BALLET e STARLIGHT DANCE.


Nella prima serata si vuole rendere omaggio ai modelli dei cavalieri sparsi nel mondo, mentre domani sarà dedicata agli sport equestri e a coloro che s'impegnano anche in attività sportive-riabilitative.
Le esibizioni di stasera rievocheranno usi e costumi dei Cavalieri e dei Cavalli storici, grazie ai ballerini e cavalieri, in costume, che ci faranno compiere un viaggio immaginario a ritroso, narrando la storia e le leggende legate a vari popoli ed al loro fedele compagno di avventura, quale appunto è stato il cavallo.
Gli spettacoli a cui si assisterà sono dedicati ai famosi popoli di cavalieri e hanno un comune denominatore, cioè in tutti abbiamo accompagnato i vari cavalieri con danza e musica, anche perché come diceva Confucio "Per conoscere bene un popolo e la sua cultura bisogna conoscere la sua musica".
Per quanto riguarda le prime 6 esibizioni, eccole illustrate:

1.Primo spettacolo dedicato agli Indiani d'America.
Senz'altro nei nostri ricordi e nelle fantasie di eterni bambini, vi sono i leggendari Indiani, protagonisti dei vecchi film Western, dove ricordiamo i famosi popoli Apache o Cheyenne, a cavallo, con le penne, l'arco e le frecce. Essi vivevano in tende ed erano cacciatori di bufali, grandi cavalieri e guerrieri coraggiosi, quali i mitici Toro Seduto o Cavallo Pazzo.
La musica dei nativi americani spesso prevede i tamburi e pochi altri strumenti; durante le feste i membri di gruppi di suonatori di tamburi si siedono in cerchio intorno ad un grande tamburo, mettendosi a suonare all'unisono mentre cantano nelle loro lingue native e i danzatori colorati ballano in senso orario intorno ai suonatori. Le attività musicali ed artistiche scandiscono la vita degli indiani molto più del lavoro, che è ridotto al minimo necessario per la sopravvivenza.
Lo spettacolo accoglierà il corpo di ballo della Scuola di Danza NEW BALLET che con le sue belle e brave ballerine indiane renderanno omaggio a cavalieri e cavalli; ; prima della fine del ballo entrano i cavalieri indiani con i cavalli condotti a mano.

2. Secondo spettacolo dedicato al Country Western.

Si continua nel percorso storico, occupandoci di quelli che possiamo considerare i nemici storici degli indiani, ovvero i Cow-boys, assoluti protagonisti di celebri film western, dove sono cavalieri erranti che vagano di città in città con tutti i loro beni, che sono il vestito che indossano, un revolver ed un cavallo.
Si ricordano le vicende ambientate in fortini isolati, ranch, insediamenti solitari, saloon o prigioni. Vere icone del western sono, inoltre, i cappelli a falda larga dei Cow-boys e gli speroni, le calibro 4 ed il fedele destriero.
Il cow-boy vero è una figura nata per caso e principalmente nelle regioni occidentali e sud-occidentali del Texas. Il lavoro del Cowboy si svolge sempre in groppa al suo cavallo e gestisce le mandrie di bestiame; poi va alla conquista di ambienti selvaggi e alla confisca dei diritti territoriali degli indiani, gli abitanti originali della frontiera.
Le principali doti richieste ai Cow- boys sono il coraggio, la prontezza fisica, la capacità di resistere alla fatica e, non da ultimo, bravura nell'equitazione e nel maneggio del lazo.
Ma parlando dei cavalieri del west, non si può non parlare della famosa monta all'americana o appunto monta western, che è nata per lavorare e poi è diventata la monta ideale per benefiche passeggiate a cavallo, infatti si addice ad un tipo di equitazione più da escursione, a contatto con la natura. Ci sono tante discipline della monta western quali il reining, cutting, trail,barrel-racing e alcune delle quali potrete ammirarle domani durante il Palio.
La musica e i suoni hanno avuto un grande ruolo nella storia del west. Gli indiani e i bianchi, che si fecero guerra per il dominio sulle sterminate terre della frontiera, furono accomunati dall'amore profondo per la musica e i suoni. C'era musica nelle feste e negli incontri festosi delle tribù dopo una caccia fruttuosa o dopo una battaglia vinta, oppure dopo gesti di eroismo o, ancora, per festeggiare l'arrivo di amici. La musica western e dei cowboy è certo un'espressione del "country" pienamente valida e altamente rappresentativa del mondo della musica country.
Lo spettacolo consisterà ancora nel balletto del corpo di ballo della Scuola di Danza NEW BALLET che con le sue belle e brave ballerine renderanno omaggio al mondo Western e alla fine del balletto ci sarà lo spettacolo dei cow-boys.


"¢ E si prosegue con:

3. Terzo spettacolo dedicato alla cultura araba.

In questo spettacolo si vedrà che il cavaliere arabo non monterà in sella, ma farà girare il suo stallone arabo alla corda, in modo da farvi ammirare l'armonia dei movimenti e la finezza delle forme e perché, appunto, molte delle rassegne della razza del cavallo arabo si svolgono ammirando, giudicando il cavallo nella sua libertà e per questo viene considerato il cavallo da vetrina.
Il balletto che sarà anche questa volta eseguito dalle allieve della scuola NEW BALLET ed invece a presentare lo stallone arabo sarà il bravissimo addestratore GIAMPIERO LANCELLOTTI.

4. Quarto spettacolo dedicato alla cultura messicana.

Dopo aver parlato di Cow-Boys e Indiani d'America, passiamo al Messico e ai Charros Messicani, ovvero ai domatori di cavalli o possiamo dire anche cowboy messicani.
Lo spettacolo che vedremo vuole essere un omaggio al popolo messicano, ai loro costumi e alla loro musica.
Da questo momento per il balletto c'è il corpo di ballo della scuola STARLIGHT DANCE e mentre i ballerini saranno impegnati nella loro esibizione della ci sarà una simpatica intrusione di alcuni"¦"¦..messicani.

5. Quinto spettacolo dedicato alla monta inglese
E proseguiamo questo viaggio immaginario in Inghilterra.
I cavalieri inglesi sono i cavalieri nobili per eccellenza, lanciati alla conquista del mondo con i loro eleganti cavalli.
Ma gli inglesi impegnavano anche molto il loro tempo per gli sport a cavallo, facendo nascere le competizioni sportive e i purosangue diventarono ben presto dominatori degli ippodromi.
Ecco perché è importante parlare delle famosa monta inglese La monta inglese è la monta classica, storica, raffinata e si indirizza all'agonismo con le piste ad ostacoli e le discipline più diffuse sono il dressage, il cross, che danno un buon equilibrio e sicurezza in sella.
Nell' esibizione prima di rappresentare la monta inglese, saranno eseguiti dei valzer inglesi, proprio perchè ammirando i passi eleganti di questa danza, accoglieremo nella giusta atmosfera gli eleganti cavalieri e amazzoni.
Accoglieremo di nuovo il corpo di ballo della scuola STARLIGHT DANCE. Seguirà uno Stage di MONTA INGLESE diretto dall' elegante CAVALIERE GENNARO BACCO.

E per il finale di questo excursus storico tra cavalieri e cavalli:

6. Sesto spettacolo dedicato alla Spagna:
Allora siamo giunti alla fine di questo lungo e affascinante viaggio nella storia del cavallo e non potevamo non omaggiare il popolo che spesso abbiamo citato e cioè gli spagnoli. Infatti possiamo dire che il viaggio un po' fiabesco inizia in Spagna, perché da questo paese abbiamo più volte detto che partirono i Cavalli che, grazie al navigatore Cortez, si diffonderanno poi nel continente americano, dando origine a figure leggendarie di cavalieri molto diverse tra loro, ma saldamente unite da un denominatore comune: il lavoro a Cavallo.
La presenza del cavallo nella società spagnola moderna si trasforma in sport per la loro passione per le corse di trotto, animando le giornate ippiche nelle quali è anche possibile vedere dei concorsi di salto a ostacoli. In molte zone e isole spagnole non esiste nessuna festa popolare senza i suoi cavalli di pura razza domati secondo l'usanza dell'isola.

E poiché abbiamo accompagnato, durante tutta la serata, cavalieri e cavalli con danze e musica, doveroso l'omaggio al flamenco. Esso è un genere musicale ed una danza tipica dell'Andalusia, fortemente influenzato dal popolo nomade dei gitani.
Accoglieremo di nuovo il corpo di ballo della scuola STARLIGHT DANCE e seguirà un'esibizione dell'addestratore GIAMPIERO LANCELLOTTI.

GRAN FINALE: ci saranno i cavalieri con i cavalli che eseguiranno un giro di campo con sottofondo musicale.

La serata si conclude con: concerto della band Blue Cat Blues.


DOMENICA 16 LUGLIO

Come si evince dal programma, la giornata sarà intensa e dedicata agli sport equestri.
I momenti salienti saranno:

"¢ Il Palio: tante discipline della monta western quali il reining, cutting, trail, barrel-racing e alla fine avrà luogo la premiazione;

"¢ Lo spettacolo di "Cabaret Equestre" eseguito da una compagnia folcloristica a cavallo e dallo stuntman romano Andrea Andreuzzi. Andreuzzi, direttamente da Rimini, onorerà questa manifestazione e per la prima volta nella regione campania , si vedrà un celebre addestratore e acrobata, che dedica da anni il suo tempo alla sua unica passione: il cavallo. La sua professionalità e abilità è stata applaudita e premiata nelle più importanti manifestazioni equestri d'Italia quali Città di Castello, Travagliato Cavalli, Malpensa Cavalli, fieracavalli di Verona, senza dimenticare le partecipazione a famosi film come Il Gladiatore.
Siamo quindi lusingati per la sua presenza e speriamo che anche al suo contributo, l'HYPPOFESTIVAL avrà un gran successo e diventerà negli anni un evento d'importanza nazionale. Nell'esibizione ci darà prova della sua maestria in uno spettacolo di evoluzioni e cadute controllate.

"¢ Festa Country e concerto di Musica Country con gli Square Dance.

Maggiori informazioni possono essere reperite nel sito web ufficiale: www.hyppofestival.it

Intervista rilasciata da Anna La croce

Responsabile Public Relation dell' A.D.E.S.




Sei interessato all’evento Hyppofestival: cavalli e musica un solo amore?

Non perderti tutte le informazioni utili e scopri, su Music Place altri appuntamenti con l’artista.
Music Place è il sito di riferimento per tutti gli appassionati di musica digitale: oltre agli eventi puoi infatti trovare news ed approfondimenti relativi a diverse tematiche così come una ricca selezione di risorse e programmi musicali.

Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. Music place: la guida italiana alla musica digitale non rivendica alcuna paternità e proprietà ad esclusione di dove esplicitata.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.

Dettagli

Data:
Giugno 28, 2006
Tag Evento: